Sa Domo de sa poesia cantada

Sa Domo de sa poesia cantada è un museo dedicato alla poesia improvvisata in lingua sarda, allestito nei locali della storica Casa Aielli di Silanus in corso Vittorio Emanuele, e realizzato grazie al lavoro svolto da Paolo Pillonca che, per oltre cinquant’anni, ha indagato sui misteri della poesia estemporanea in Sardegna.

Con un allestimento di oltre 250 metri quadrati, nei locali messi a disposizione dall’amministrazione comunale che ha da subito creduto nel progetto proposto da Domus de Jana, la visita a questa mostra costituisce un momento importante di valorizzazione della didattica e dell’informazione, ma anche un piacevolissimo viaggio per gli utenti visitatori che, percorrendo il museo si sentono parte della narrazione, dei luoghi e delle azioni raccontate.

Questo Museo non poteva che nascere a Silanus, l’unico paese ad aver avuto, contemporaneamente e per oltre quantacinque anni consecutivi (1953-1999), due poeti improvvisatori di eccellenza indiscussa: Mario Masala e Francesco Mura. Caso unico e irripetibile che fa del centro del Marghine un punto di riferimento assoluto per gli appassioanti e gli studiosi del canto a “bolu”.